_DPS6067

Riqualificazione area scalone

Comune di San Michele Mondovì (CN)

Riqualificazione dello scalone comunale e ripristino della connotazione urbanistica originaria,  quale area di passaggio e di ritrovo nel cuore della vita del paese.

Ente richiedente

Comune di San Michele Mondovì

Contributo

24.000

Febbraio 2020

INIZIO LAVORI

Marzo 2020

AZIONI DI MITIGAZIONE

Giugno 2020

FINE LAVORI

Settembre 2020

PRESENTAZIONE PUBBLICA DELL’INTERVENTO

La storia

Negli anni ’30, in ottemperanza ad una disposizione di Legge, il Comune era tenuto a realizzare un’area denominata “Parco della Rimembranza” a ricordo dei caduti della I guerra mondiale. Il terreno, limitrofo all’esistente campo sportivo, era stato acquistato da privati e sistemato tramite appalto a impresa privata nel 1937.

Nell’ambito di tale intervento era stato realizzato lo scalone ed il muro di contenimento laterale, che avevano la funzione di ovviare al cedimento che caratterizzava l’area.
Nei decenni successivi, la manutenzione del manufatto non è stata operata in modo adeguato, causando un degrado dei paramenti murari e degli elementi architettonici (parapetti, gradini) dell’epoca.

Negli anni ’90, in concomitanza con la ripavimentazione del piazzale sottostante, la gradinata è stata raccordata con il nuovo marciapiede senza rispettare i caratteri architettonici originali. In particolare, è stato realizzato un muretto in calcestruzzo poco consono con il disegno dello scalone.

L'idea

L’utenza delle scuole lamenta da tempo le condizioni di percorribilità, che risulta poco sicura, specialmente durante la stagione fredda. I gradini della scalinata, così come molti degli elementi cementizi dei parapetti, risultano deteriorati e gli intonaci dei muri scrostati. Il fatto che lo scalone venga riportato a “nuova vita” significa restituire ai cittadini un bene che ha subito negli anni un abbandono sia estetico che funzionale, e che potrà essere nuovamente utilizzato in completa sicurezza dal punto di vista della percorrenza, che attualmente risulta piuttosto disagevole.

L'impatto

La posizione centrale del piazzale ha sempre rappresentato il punto di ritrovo della comunità: un luogo vitale, in cui si organizzano feste di paese e manifestazioni, si passeggia per il mercato e si accede a tutti i principali servizi
Subito dopo i lavori di ristrutturazione, è previsto il coinvolgimento della popolazione nell’utilizzo dell’area per scopi sociali, didattici e naturalistici con la diretta partecipazione del pubblico, attraverso lo sfruttamento delle due aree verdi ai lati dello scalone, con la piantumazione di un orto botanico e di specie arbustive a scopo di studio e di interesse.

Curiosità

La costruzione dell’orto botanico consentirà di aprire l’area ad escursioni didattiche rivolte ai bambini di ogni età, da protrarsi negli anni grazie alla presenza delle strutture scolastiche site a pochissimi metri di distanza, nonché a rendere fruibile l’area a chiunque, per scopi di studio, di approfondimento scientifico e botanico per il pubblico di ogni età. Il progetto è volto a sensibilizzare la comunità ad adottare tipologie costruttive che si inseriscano adeguatamente nel contesto, nel pieno rispetto del territorio e della storia dello stesso.

 
 

IL TUO PARERE CONTA: DIFFONDI LA BELLEZZA!

Per la prima volta da quest’anno è stata aperta a tutti la possibilità di scegliere quale progetto sostenere. Continua a seguirci per scoprire l’esito delle votazioni: i risultati verranno pubblicati il 28 maggio!

Spargi la voce, condividi la notizia sui tuoi canali social!