sommariva perno_copertina

Mitigazione opere in cemento armato nel centro storico

Comune di Sommariva Perno (CN)

Mitigazione di alcune opere in cemento armato che deturpano la porta di ingresso al paese, che abbraccia il centro storico e dalla quale si può ammirare uno splendido belvedere sul Roero.Il progetto prevede il rivestimento della parti in cemento a vista con materiali coerenti al contesto.

Contributo erogato 30000 €
Ente richiedente Comune di Sommariva Perno
04 novembre 2019
INIZIO LAVORI
06 Dicembre 2019
AZIONI DI DEMOLIZIONE E MITIGAZIONE
15 novembre 2020
FINE LAVORI

La storia

L’area oggetto d’intervento era la piazza Vittorio Emanuele, piazza centrale del paese: il ponte ed il muro che la caratterizzavano richiamavano le tipologie architettoniche delle costruzioni presenti nell’area di pertinenza del Castello Mirafiori, residenza del Re Vittorio Emanuele II. Negli anni, per ampliare la strada principale, il muro di contenimento della piazza è stato demolito e ricostruito in cemento armato a vista. Successivamente, all’inizio degli anni 70, anche il ponte è stato oggetto di demolizione a causa di un incidente stradale che ne ha provocato il crollo. La ricostruzione è stata fatta rapidamente e conseguentemente la tipologia costruttiva adottata rappresenta il carattere dell’urgenza che ha determinato la prevaricazione della funzionalità rispetto all’inserimento storico/architettonico del manufatto.

L'idea

L’idea progettuale nasce da un’analisi del nucleo storico che ha perso d’identità e di vita. La cittadinanza desidera riappropriarsi degli spazi del centro storico, far conoscere alle nuove generazioni e a quelle future la storia del paese, evitando che venga dimenticata. Per questi motivi il progetto prevede di mascherare il cemento armato riproponendo la tipologia architettonica delle costruzioni presenti nell’area di pertinenza del Castello, restituendo alla piazza l’identità di un tempo.

L'impatto

Il progetto è volto a sensibilizzare la comunità ad adottare tipologie costruttive che si inseriscano adeguatamente nel contesto, nel pieno rispetto del territorio e della storia dello stesso. Inoltre vuole essere un invito a ripercorrere la salita al Castello e a conoscere le origini del paese – quando era residenza del Re Vittorio Emanuele II – e le vicende che lo hanno caratterizzato.

Opera

Il progetto, redatto dall’ing. Giulio Gallo, ha ridisegnato completamente il muro di contenimento lungo piazza IV Novembre, rivestito in mattoni antichizzati, disposti secondo un disegno ad archi che riprende architettonicamente il terrapieno del castello della Bela Rosin. Allo stesso modo, coerentemente con gli edifici storici del paese, è stata intonacata anche la soletta del ponte. Il parapetto di quest’ultimo e quello della piazza, invece, hanno ripreso lo stile della balaustra del giardino del castello, con colonne in mattoni che si alternano con la ringhiera in acciaio corten, realizzata dalla ditta CS di Sommariva Perno. A rendere il tutto ancora più suggestivo sono poi le luci che illuminano lo stemma del Comune, realizzato sempre in corten sui due pannelli centrali del ponte, quasi come un “biglietto da visita” per chi entra o saluta il paese. Il progetto dà continuità all’intervento fatto nel 2018 in località Colombaio e in piazzetta Mirafiori. Per completare l’opera resta ancora da mascherare il tratto di muro in cemento lungo via Alba e sarà questo l’impegno dell’Amministrazione per il prossimo futuro. La sistemazione completa dell’ingresso sud renderà così ancora più attraente turisticamente il nostro paese, già caratterizzato dal castello di Mirafiori, casa per tanti anni della Bela Rosin, il personaggio storico più importante di Sommariva Perno.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL